OOMM PEIGGG
archetipicamente Donna

femMina Vagante

Teatro Canzone di Gaber

Banda Discordanti

Interattivo

Il settimo azzardo

Storie di Pirati

Extraordiner compagnì







archivio spettacoli



Presentazione

Contenuti

Scheda tecnica

Manifesto

Scaricabili

Galleria foto

Archivio foto

Multimedia

Recensioni
contenuti
Extraordiner compagnì

Turlupineries
stagione 2012-2013

Mesdames et Messieurs!
Venghino ad ascoltare!

A veder questa cricca di gran ciarlatani!
di guitti, di stolti, di imbroglioni ruffiani!

C'è l'uomo più forte del mondo, la donna cannone,
la telecinetica, l'ipnotizzatore!
E tutti a studiare i trucchi e i magheggi
di Monsieur Turlupin, il più grande imbroglione
che palchi e piazzali e rigide leggi
riuscì a raggirare con astuta ideazione.

Aguzzate la vista e provate a cercare
sull'abbecedario, la voce "turlupinare"....
eccola lì!
privatizzare, delocalizzare, farsparire, farpagare!
nuclearizzare, brevettare, stratassare, accaparrare!

...che Monsieur Turlupin e la sua discendenza
di truffe e raggiri non stanno mai senza!

Abbiam scelto che l'acqua sia un bene di tutti,
e non che a gestirla sian manager o farabutti
ma ti distrai un istante e son lacrime amare...
con grande attenzione s'ha da vigilare,
che il referendum è più che altro folclore,
e appena li molli ci riprovan con ardore!

Chi afferma che il mondo ha bisogno di pace?
la guerra mi sa che ai governi un po' piace
e tra discorsoni e citazioni nonviolente
non vedono l'ora di attaccare il Medioriente

E chi dice che le carte dei diritti mondiali
non debban cambiare in base ai natali?!!!
così pei bambini si fa gran tutela,
a seconda di quale emisfero sei nato,
puoi andartene a scuola o stare in favela,
ingrassar sempre più o fare il soldato!
e nel pranzo a natale, chi il cotechino non molla!
e chi qual piatto unico, si sniffa la colla

Attenti, un boato! qui crolla il mercato
e giù giù le borse, e più giù i guadagni,
resistono soltanto i ricchi e i taccagni
tra mutui subprime e manovre sornione,
s'è globalizzata pure la recessione

e i vestiti di marca,
e che marca! perdiana!
in dieci nazioni han fatto la spola,
per la prestigiosa industria italiana!

e il traffico in tilt, la crisi globale,
il Pil che imperterrito deve gonfiare!
e sotto a chi tocca! consumare! inquinare!
avanti a sfiancare! svenare! acquistare!!

se non ci sta bene, proviam a protestare
diventiamo black bloc da punire e arrestare
non conta se vecchi e pure già storti,
o incauti ragazzi coi calzoni corti
chi non sta col TAV e il regime di stato
è certo un sovversivo, va presto isolato!


Un lazzo a diritta ed uno a mancina,
l'Extraordiner Compagnì baruffa e smanfrina!
Maestra d'imbrogli vuol divenire,
che al confronto Turlupin non potrà che arrossire!
E chi vuole resistere stia pure a guardare!
Frattanto che noi si va a sbeffeggiare!



Turlupineries passate
stagione 2010-2011

Mesdames et Messieurs!
Venghino ad ascoltare!

A veder questa cricca di gran ciarlatani!
di guitti, di stolti, di imbroglioni ruffiani!

...che Monsieur Turlupin e la sua discendenza
di truffe e raggiri non stanno mai senza!


Chi dice che l'acquadev'esser di tutti?!
e non di privati che ne amministrano i flutti!
se sei un po' distratto, ti spunta un decreto,
e vualà! dettofatto! il diritto è obsoleto!
si sborsa per bere, innaffiare, lavare,
e per farti un doccia ci vuol la cambiale!

Chi dice che non si farà il nucleare??!
Ah sì?! lo disse un referendum di voto popolare??
ma chi si ricorda! passato! scurrdato!
la legge si squaglia e il ricordo è sfumato!
politica e popolo cian poco a che fare,
i ricordi svaniscono con affari da fare!
del petrolio finiscono le cortesie,
e col vento e col sole ci facciamo poesie!!

e l'istruzionemoderna riformata rifatta!
a rendere elastici i futuri precari!
programmi speciali con meno nozioni,
più rate più farmaci! e alla moda i calzoni!





Global Folies
stagione 2006-2010

Venghino siori e siore!
Lo spettacolo va a cominciare!
E di storie strampalate ne abbiam da narrare!

Prendiamo gli Inceneritori
Che di tutti i rifiuti ci andran a liberare..che altro che scorie, quelli fan respirare...lo dice l'oncologo di fama mondiale...e zitti i medici che san solo protestare...e più inceneritori fanno, più si ha da sporcare..che senza monnezza non si riesce a farli funzionare..e differenziare val solo ad alcuni..che in piccoli comuni magari si può fare..e Novara e San Francisco sono eccezioni da non considerare...

O prendiamo gli OGM
Che tu mangi una fragola ma dentro c'è un pesce...e a distinguere i gusti nessuno più riesce.. il pomodoro arrossisce, la soia sa cantare, il mais all'improvviso si mette a scalpitare... la Monsanto avanza con sementi e diserbanti, trasforma il contadino pian piano in uno schiavo, che tanto chissenefrega, comanda il mercato! E prima o dopo pure tu verrai brevettato...

E non pure la Finanza
Che soldi chi ne ha troppi e chi non ce n'ha...che non c'è felicità, con tutti i casini che dà, in ricchezza o in povertà...che il mondo è squilibrato, che troppi soldi ne han ben pochi...e che quei che hai, li risparmi sudati e gentili...e la tua banca li usa per costruire fucili....e se guardi all'argentina non c'è da star tranquilli...se non perchè a sorreggersi con gli altri, si sta ben più civili...e più ricchi che a privatizzare in ogni dove...

E cheddire della Politica
Che non tiene la destra e manco la sinistra..e c'è chi disorientato non trova proprio la strada per arrivare a fine mese...e come la smuovi sta casta incastrata...e pure la legge sembra bella malata...e chi preferisce la democrazia partecipata....

Oppure il Cacao
Che viene da una pianta..che cià una leggenda..che da una principessa ha preso il nome e da poveri contadini sudamericani ottiene lavorazione...e poi finisce che ti arriva in saccoccia a mò di cioccolato...ma il tuo preferito è prodotto dai fabbricanti di sigarette...e lo stesso si dica delle marche italiane..che italiane più non sono...ma nemanco svizzere o tradizionali...fagocitate da multinazionali che fan pure cibo per cani...e pensa un po' che fai meglio a comprar diretto dai poveri contadini di prima...che è più equo e solidale...e più buono!


Di tutto questo va blaterando la beffarda Compagnì, gironzolando strade e guizzando piazze, da saltimbanchi in cerca di rimedi per scamparla...
...che il signor Boycott ciaveva ragione a dire che è ora di cambiare aria...ma non come le fabbriche che van sempre più a est, e ancora a est, a est di più.... che tanto il mondo è tondo, giratolo tutto, ricominci dal fondo!
che la gente a volte trema e a volte sembra scema..e la vita scorre incasinata, o forse no....
...solo globalschizzata!!





Olimpiadi
stagione 2005-2006

Torino 2006 che ha portato un evento internazionale in casa, con tutti i suoi allegati di organizzazioni sovranazionali, di comitati, di appalti e fori giudiziari.
Dal CIO e i suoi membri ambigui con discutibili vicende passate, al Toroc di casa Agnelli e dei suoi manager convertiti.
Le infrastrutture che hanno stravolto la città e la provincia e le valli, pagate con soldi pubblici, con cospicui interventi di soldi del governo.
La compagnì si divide in favorevoli e contrari, inneggiando in maggioranza ai lussuosi affari che sicuramente hanno arricchito le tasche di qualcuno, e sicuramente impoverito le tasche di molti cittadini.
In mezzo a finti sponsor locali, a veri aumenti di tasse, alle solite multinazionali colonizzatrici di schermi tivvù e di paesaggi alpini, ecco splendere Torino e l'olimpiade che su di lei piombò...
...perchè al centro del nordovest una fabbrica suo nonno fondò!!!


...in libreria e su internet i nostri ispiratori, supervisori, ricercatori preferiti!
....grazie ai quali abbiamo scritto il testo dell'Extraordiner!

"il libro nero delle olimpiadi di torino 2006"
Fratelli Frilli editori

di Stefano Bertone e Luca Degiorgis
del Comitato Nolimpiadi
http://nolimpiadi.8m.com/mainita.html