Banda Discordanti
Uno spettacolo teatrale civile musicale,
impreziosito da costumi impolverati e orpelli fuori moda,
che offre spunti ironici e riflessioni per uscire dalle nebbie del quotidiano,
e resistere alla tentazione di dar retta al tiggì.


Scompaginati, smorfjoneschi, politicamente scorretti, i Discordanti hanno alle spalle una lunga gavetta costellata di piazze circoli vicoli taverne, e vecchie valigie ripiene di ricordi e predizioni, spesso destinate ad avverarsi.

Accostando il disamor patrio all'amor deluso, il rap favoleggiante allo zecchino d'oro, le colte note della lirica alle fumose balere, disincantano e disinformano in uno zigzagare discontinuo, recuperando pezzi di storie e sminuzzando la storia ufficiale

Sconclusionati oracoli di strada, ma con maestri di tutto rispetto: Gaber, Jannacci, i Gufi, il Quartetto Cetra e altri ancora.
Pezzi di memoria, di cultura, di arte, a volte considerata secondaria, ma che ha invece radici importanti e cantori progenitori da non dimenticare.