OOMM PEIGGG
archetipicamente Donna

femMina Vagante

Teatro Canzone di Gaber

Banda Discordanti

Interattivo

Il settimo azzardo

Storie di Pirati

Extraordiner compagnì







archivio spettacoli



Presentazione

Contenuti

Scheda tecnica

Manifesto

Scaricabili

Galleria foto

Archivio foto

Multimedia

Recensioni
presentazione
Manganellum volant








Il racconto del decreto di archiviazione con cui il tribunale sentenzia che non c'è nessun colpevole dello sgombero violento del 6 dicembre 2005 contro i NoTav in Valsusa.
Una storia che si ripete uguale in molti contesti diversi, da Genova a Chiaiano passando per Venaus.
Un testo teatrale scritto da un giudice dal nome altisonante e raccontato da un triumvirato di tempi lontani, conoscitore di imperi e di strategie imperiali.

Il linguaggio legalese è aulico, complesso.
I tre triumviri lo reinterpretano e spiegano, tirando fuori i tra-le-righe e i sottintesi.

Dopo aver visto passare ondate ed ondate di nipotini, che nel corso dei secoli hanno cercato di copiare la potenza del grande impero romano, il triumvirato snocciola in maniera semplice i nodi e le valutazioni su quello che sta succedendo nell'impero attuale, forse uno dei più scarsi e più subdoli della storia.

E la sostanza che ne emerge è più che semplice.
Nella notte tra il 5 e il 6 dicembre del 2005, un gruppo di cittadini pacifici viene sgombrato dal presidio di Venaus.
Si sono accampati con tende e stanno dormendo dove dovrebbero iniziare i lavori di una trivella per i sondaggi del Tav.
Ma arrivano le forze e li fanno sgombrare.
La notizia finisce su tutti i giornali e telegiornali.
Circa 500 poliziotti e carabinieri che infieriscono contro una trentina di manifestanti, mandandone molti all'ospedale, picchiandone altri e non lasciando passare nemmeno i barellieri del 118, e malmenando anche alcuni giornalisti.

I manifestanti presentano querele e denunce contro le forze dell'ordine e il contraddittorio finisce al tribunale di Torino.
Che a giugno 2009 emette la sua sentenza: decreto di archiviazione per impossibilità di identificare chi abbia effettivamente procurato lesioni.
Nessun identificato, procedimento contro ignoti, archiviazione.

Una storia emblematica.