spettacoli

Il Grande Squilibrio


stagione 2024



Nell'Olimpo globalizzato del terzo millennio, tira un'aria tesa e pesante.
Seduti nel patio vista nuvole, gli dèi provano a rilassarsi, turbati perchè la situazione sulla Terra non è davvero delle migliori.
Uragani, trombe d'aria, alluvioni, li costringono a faticosi turni extra, oltre ad arrugginire il tridente a Nettuno.
Senza contare che, se un giorno sparissero gli umani, anche gli dèi non avrebbero più modo di esistere.

Per uscire dall'impasse, decidono di consultare gli dèi moderni: Dio Denaro, Dea Innovazione, Dio Pil.
Dèi attuali con moltissimi followers, in grado di convincere gli umani a cambiare tiro. Hanno conoscenze altolocate, come politici, governanti, sindacati, tutti pronti a ridurre le emissioni e salvare il pianeta.
Ma qualunque ricetta sembra inciamparsi sulla crescita infinita.
Serve per forza una strada diversa. Parte quindi una nuova ricerca, supportata dalla tecnologia divina del gigantesco database dell'Olimpo, solitamente usato per i numeri del lotto.



Narrazione teatrale tratta dal fumetto "Il grande squilibrio".
Pubblicato nel 2022 da Becco Giallo, su iniziativa del Controsservatorio Valsusa, ispirato dal testo di Angelo Tartaglia "Clima - Lettera di un fisico alla politica", è costruito sulla sceneggiatura Interezzosa, a quattro mani, di Claudia Ceretto e Max Gavagna, che dopo le presentazioni del libro in giro per mezza Italia, si prefiggono di portare la gustosa narrazione in giro per l'altra mezza.

Anche con una malcelata urgenza.
Dato che nella prefazione del libro, Luca Mercalli osserva: "Abbiamo perso tempo prezioso. Ora che siamo in una conclamata emergenza climatica ed ecologica, bisogna riformare completamente il sistema economico prima che le leggi fisiche facciano collassare i processi naturali che ci tengono in vita."